top of page

IL DOLORE TORACICO NEL BAMBINO

Aggiornamento: 7 mag

Il dolore toracico nei bambini è un sintomo che può causare ansia sia nei piccoli pazienti che nei loro genitori, poiché spesso viene associato a condizioni gravi; tuttavia, la morte improvvisa legata al dolore toracico è estremamente rara nell'infanzia. Nonostante ciò, il dolore toracico è una ragione comune di visita dal pediatra di famiglia o al pronto soccorso per i genitori preoccupati.

Il dolore toracico in età pediatrica è raramente correlato a malattie gravi come le cardiopatie, ma più comunemente ha origine da cause non cardiache, spesso di natura benigna e che tendono a risolversi spontaneamente o con terapia adeguata.

 La stragrande maggioranza dei bambini valutati da un cardiologo pediatrico per dolore toracico non presenta alcuna anomalia cardiaca identificabile, con oltre il 95% dei casi senza cause cardiache.

Le origini del dolore toracico possono coinvolgere una vasta gamma di strutture, tra cui muscoli, costole, articolazioni costo-sternali, nervi intercostali, diaframma, polmone e cuore. Lesioni, infiammazioni, infezioni o irritazioni di queste strutture possono essere responsabili del sintomo.

Le cause di dolore toracico in età pediatrica includono:

Cause muscolo-scheletriche: come costocondrite, traumi o lesioni muscolari.

Cause respiratorie: come tosse, bronchiti, polmoniti o pleuriti.

Cause gastro-enteriche: come reflusso gastro-esofageo o gastrite.

Intossicazioni: come l'esposizione al monossido di carbonio.

Uso di sostanze stupefacenti: come cannabinoidi o cocaina.

Cause cardiache: che possono essere strutturali (come anomalie coronariche, cardiomiopatia ipertrofica), infiammatorie (come pericardite o miocardite), aritmie, dislipidemia, malattia di Kawasaki, vasospasmo o disordini del tessuto connettivo.

 In caso di dolore toracico nei bambini, è importante mantenere la calma poiché di solito è



dovuto a malattie benigna o auto-limitanti. Tuttavia, è fondamentale conoscere i segnali d'allarme che indicano la necessità di una valutazione urgente in pronto soccorso:

Dolore toracico molto intenso.

Insorgenza durante lo sforzo o l'esercizio fisico.

Diffusione del dolore, scarsamente influenzato dalla posizione.

Associato a sintomi come sudorazione, nausea, perdita di coscienza, disturbi respiratori, febbre o sudorazione intensa.

Sensazione di disturbo nella regione cardiaca o aumento del ritmo cardiaco.

Presenza di condizioni predisponenti come cardiopatia già diagnosticata, malattia di Kawasaki o ipercolesterolemia congenita. Inoltre, se ci sono precedenti familiari di sincope cardiaca, malattie cardiache o morte improvvisa prima dei 50 anni, è necessario prestare particolare attenzione.

In assenza di queste caratteristiche, la maggior parte dei bambini può essere valutata dal pediatra di famiglia, che potrebbe prescrivere antidolorifici e decidere se è necessario un ulteriore esame diagnostico come esami ematochimici o radiologici, o una visita cardiologica con almeno un ECG.

Il cardiologo può eseguire esami più approfonditi come un ecocardiogramma per cercare anomalie strutturali, oppure test come Holter ECG delle 24 ore o test da sforzo.


96 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti

Commentaires


bottom of page